Gustosa al naturale: l’Ombrina in Carpaccio

L’ombrina è un pesce particolarmente pregiato per il suo sapore. Si presenta con corpo lungo e muso arrotondato. Ha due spine dorsali e un colore argentato, venato da striature che tendono al violetto. Il suo nome infatti deriva proprio da questa sua colorazione che va a creare una specie di ombra grazie a dei giochi di colore. È un pesce diffuso nel mar Mediterraneo, ma anche nel mar Nero e nell’Oceano Atlantico. Predilige i fondali bassi e sabbiosi, ed è un pesce solitario a cui piace stare nei pressi di scogli e rocce dove trova molluschi, crostacei e invertebrati di cui si nutre. Ricca di omega 3 e proteine, ha un basso contenuto in grassi. Possiede importanti sali minerali come zinco e fosforo.

L’ombrina è un pesce gustoso che può essere cucinato in vari modi e si abbina a molti ingredienti, per la preparazione di piatti, sia crudi che cotti, molto salutari. Il gusto delicato delle sue carni la rende ideale anche per essere consumata cruda in carpaccio, con una leggera marinatura, come la potete trovare nei Ristoranti Vivo nella nuova sezione di Tartare e Carpacci del menù. Gustata al naturale, vengono esaltate infatti tutte le sue proprietà, ma è deliziosa anche cotta sulla brace o arrostita. Una spruzzata di prezzemolo o di limone basta a completare il suo sapore, con un filo di olio extra vergine di oliva. L’ombrina può essere molto buona anche in umido o in guazzetto, accompagnata da cipolle stufate o da un contorno di verdure di stagione.

Lascia un commento