Lampuga, veloce, bella e possibile!

Chiamata anche dolphin, capone, dorado e mahi-mahi, la lampuga è un pesce pelagico poco conosciuto ma molto apprezzato, specialmente nelle regioni del sud Italia, per la sua bontà e bellezza dei colori.

Oltre all’ottimo rapporto qualità prezzo è un pesce azzurro ricco di vitamine e sali minerali tra cui fosforo, magnesio, potassio e zinco. Abita i mari della Sicilia e della Campania. Si avvicina alle coste solo in primavera e in autunno, dopo aver deposto le uova. Sono proprio i mesi estivi ed autunnali i migliori per la pesca. Il suo dorso è verdastro e i fianchi sono argentati e a seconda dell’inclinazione della luce possono apparire giallo-oro. Abile nuotatrice, si ciba di sardine, sgombri, acciughe, cefali e altri pesci di branco. Vive anche nell’Oceano Atlantico orientale e settentrionale fino alle coste del nord della Spagna.

 

Possiede carni gustose e versatili che si addicono a varie ricette. Facile da sfilettare, una delle ricette più conosciute è alla palermitana, cioè preparata in salsa di pomodoro, con soffritto di cipolla, aglio e prezzemolo. Ideale anche al forno o fritto, passando sopra un composto di pangrattato, olio, capperi e prezzemolo. Nei ristoranti Vivo la lampuga ha fatto il suo recente ingresso nella sezione Carpacci e Tartare presentato in Carpaccio marinato e accompagnato con insalata baby.

È un pesce molto apprezzato dalla gente di mare e dai pescatori che si divertono nella sua cattura. La lampuga infatti è velocissima, è in grado di fare salti spettacolari; essendo molto furba e forte, mette alla prova le abilità di predatori e pescatori.

Lascia un commento